Skip to content

Verbale riunione Consiglio direttivo del 05 Aprile 2017

Mercoledì 05 Aprile 2017 alle ore 19:30, presso il Centro Aurora in Piazza Otello Boccherini n° 25, si riunisce il Consiglio Direttivo del Comitato di Quartiere Torrino Decima (CdQTD) aperto al pubblico, con il seguente Ordine del Giorno (ODG):
1. Aggiornamento attività in corso;
2. Discussione sulla Commissione Governance ed eventuali tavoli di lavoro con Tibex;
3. Organizzazione pulizia partecipata rotatoria Piazza Hazon;
4. Varie ed eventuali.

Sono presenti i Consiglieri: Davide Galasso, Mimmo Lantieri, Patrizia Marzano, Bruno Mattioli, Silvana Morini, Genesio Pino, Erminia Rosas, Maurizio Sapora.
Assente: Agnese Principi (assente giustificata).
Sono presenti i Candidati Consiglieri non eletti: Susanna Quaranta, Aquilio Todini.
Sono inoltre presenti il probiviro B. Lanzara ed i cittadini P. Carovini, M. Carabelli, S. Ciolli, F. Granieri M. Petrachi, A. Piscitelli.
Essendoci il numero legale (8/9) la riunione è valida e viene presieduta dal Presidente Maurizio Sapora, che nomina Segretario Erminia Rosas.
Si passa quindi alla discussione dell’ordine del giorno:
1) Aggiornamento attività in corso.
E. Rosas legge il verbale dell’assemblea pubblica redatto dal Coordinamento CdQ del IX Municipio e vengono espressi pareri in merito a tale incontro. I presenti all’assemblea esprimono delle perplessità sugli interventi delle istituzioni soprattutto per le loro dichiarazioni di “impossibilità” ad agire anche se si ritiene che la loro presenza sia stato un ottimo segnale. S. Morini crede comunque che dobbiamo farci noi stessi promotori di iniziative e pianificare richieste di incontro con il Municipio, opinione da tutti condivisa.
M. Sapora riferisce di aver partecipato ad una Riunione della Commissione sulla Scuola dei Lillà sottoponendo le nostre proposte (progetto di ristrutturazione curato da un cittadino volontariamente per la riapertura e studio di eventuali destinazioni d’uso della stessa nel caso non si riuscisse a riaprire la scuola materna) ma le stesse non hanno ricevuto grandi consensi. Per la planimetria occorrerà fare una richiesta di accesso agli atti mentre sembra certo che l’eventuale riapertura sarebbe solo ed esclusivamente come scuola materna e comunque non prima del biennio 2019/2020.
D. Galasso ritiene che sarebbe il caso di fare richieste direttamente all’URP senza cercare di identificare gli uffici preposti inviando richieste formali di incontro con elencazione delle tematiche ed organizzare quindi delle assemblee mirate.
G. Pino riferisce dell’incontro con l’Acea, al quale ha partecipato con il Presidente M. Sapora e l’ex Presidente M. Petrachi, e dell’avanzamento lavori che la stessa sta effettuando per la riduzione dei disagi dovuti ai rumori ed ai cattivi odori. Il verbale di tale incontro è stato già pubblicato sul nostro sito. Poiché le segnalazioni dei cittadini sui cattivi odori persistono, continueremo a monitorare e sollecitare l’Acea.
In merito al problema Via Cina-Zero9, il segretario conferma che non è ricevuto alcun riscontro né dal Municipio né dalla Polizia Municipale in merito all’esposto da noi inviato via pec in data 21/02/17. Unico risultato fino ad ora ottenuto, è stato il rifacimento della sola striscia di asfalto con rifacimento delle strisce pedonali all’altezza dell’ingresso alla struttura Zero 9. Lantieri riferisce di un vecchio progetto fra Comune e Zero9, mai andato in porto perché bocciato in sede di Commissione Municipale, che proponeva l’affidamento dell’area di parcheggio occupata dal cantiere in cambio della presa in carico, con sistemazione e manutenzione, dell’intero parco di via Fosso del Torrino, e della sistemazione del parcheggio su via Cina di fronte allo Zero9. In sede della citata Commissione, dopo la bocciatura del progetto, Lantieri propose di realizzare parcheggi al posto dei due campi di calcio esistenti, ma, a parte qualche applauso, la proposta non fu presa in considerazione.
M. Carabelli pensa che su alcuni temi sarebbe necessario organizzare opposizione fattiva (parcheggio pubblico occupato da anni, Polizia Municipale che non passa a multare con regolarità, oneri “sospesi” di circa 1,5 milioni da utilizzare per lavori pubblici del nostro municipio, mercato del giovedì a Piazza Cina e banchi sulla rotatoria.
D. Galasso ritiene che dovremmo concentrare i nostri sforzi sugli interventi che non necessitano di soldi pubblici (ad esempio chiedere alle istituzioni che vengano attuati i controlli sulle autorizzazioni e il pagamento dell’imposta per l’utilizzo degli spazi pubblici) e fare delle richieste mirate. Suggerisce inoltre che potremmo organizzare una rubrica (sull’onda di un’attività simile avviata da un cdq limitrofo) e riportare tutte le segnalazioni fatte al Municipio e le loro risposte o mancate risposte.
Alle Alle ore 20:30 E. Rosas lascia la Riunione. Prende il suo posto in qualità di segretaria verbalizzante P. Marzano.
Chiede la parola G. Pino per relazionare sull’incontro avvenuto ieri (martedì 4 aprile) con alcuni soci del direttivo del Centro Sportivo Zero9. L’incontro è stato sollecitato per verificare la possibilità di trovare sul terreno in concessione alla società sportiva uno spazio da adibire a sede del nostro CdQ. I soci si sono mostrati favorevoli a questa ipotesi e hanno sollecitato una richiesta scritta da sottoporre al loro Consiglio Direttivo. G. Pino ricorda il contenzioso in essere del CdQ con Zero9 a causa dell’area pubblica abusivamente chiusa dalla società sportiva e adattata a parcheggio privato, e le numerose segnalazioni avanzate dal CdQ agli organi di governo municipali e ai Vigili Urbani. Ci si domanda se sia il caso di collocare proprio in quell’area la nostra sede. A maggioranza si decide che non si avanzerà alcuna richiesta alla società sportiva.
Seguono numerosi interventi per ragionare su come muoversi per sbloccare questo abuso. Si suggerisce una richiesta di accesso agli atti per conoscere con precisione la situazione relativa al cantiere, per poi denunciare gli illeciti. E’ chiaro che bisognerà essere assistiti da un legale, per questo occorre trovare un’associazione di avvocati che faccia gratuito patrocinio. Carabelli suggerisce di sollecitare gli attuali amministratori municipali spingendo sul fatto che nessuno dei precedenti gruppi (ora all’opposizione) ha voluto risolvere la questione. Il Presidente propone la costituzione di un gruppo di lavoro ad hoc composto da Pino, Mattioli e Carabelli.
Prima di passare al successivo punto all’OdG Pino ricorda che è in fase di realizzazione l’evento denominato ‘Non ci casco’, che si svolgerà probabilmente presso la scuola Ruffini. L’incontro è stato pensato per sensibilizzare i cittadini, in particolare gli over 65, sui pericoli dei raggiri, truffe, furti, scippi sempre più numerosi.
2) Discussione sulla Commissione Governance ed eventuali tavoli di lavoro con Tibex;
Prende la parola Sapora per relazionare sull’incontro avvenuto con i rappresentanti di Tibex qualche giorno fa. Tibex punta a sviluppare un’economia di territorio con moneta-crediti complementare. In sostanza i commercianti del territorio che vi aderiscono possono pagare tra di loro i prodotti anche con questa moneta-crediti costituita da semplici titoli di credito. Ad esempio un ristoratore che copre solo 80 coperti su 100 potrà avere vantaggio ad accettare che i 20 coperti restanti vengano pagati con la moneta-crediti complementare perché così tutti i tavoli saranno occupati; chi ha in tasca questa moneta-crediti sarà invogliato ad andare nel suo locale perché potrà pagare con quella, lui a sua volta la potrà utilizzare in altri esercizi che fanno parte del circuito. Si sta studiando anche l’ipotesi di pagare con moneta-crediti complementare parte dello stipendio dei lavoratori in aziende che accetteranno la sperimentazione.
Come CdQ potremmo promuovere il progetto tra i commercianti e produttori del nostro territorio e diventare in futuro agenti attivi per dare nuovo vigore alla piccola economia locale che sta sparendo, affossata anche dallo sviluppo dei centri commerciali e delle grandi catene di ristorazione. Prima però dovremo studiare bene il meccanismo in uno specifico tavolo di lavoro e capire se possiamo autonomamente applicarlo nel nostro quartiere. Capito questo potremo prendere contatti con gli esercenti che secondo noi possono essere interessanti ed eventualmente organizzare un incontro con Tibex.
Vista l’ora si decide di rimandare ad altra data la discussione del punto 3 dell’O.d.G.
Il Presidente alle ore 22:15 dichiara chiusa la riunione e ricorda che il prossimo Consiglio verrà convocato il giorno 03 maggio 2017 alle ore 19:00 presso il Centro Aurora, Piazza Boccherini n° 25.
Il Segretario                                                                                                                                             Il Presidente

FacebookTwitterGoogle+Condividi