Skip to content

Resoconto incontro CdQ Torrino -Decima e ACEA ATO2 del 7 novembre 2014

Nella mattina di Venerdì 7 novembre una delegazione del CdQ (M. A. Petrachi, A. Garzia, D. Galasso e D. Lantieri) ha incontrato, presso la Sede ACEA ATO2 in P.le Ostiense, l’Ing. Mario Ruta (Responsabile Depurazione e Fognature Roma) e l’Ing. Massimo Spizzirri (Responsabile Unità Impianti Roma Sud).
Scopo dell’incontro era quello di fare il punto sui problemi relativi all’impianto di depurazione Roma Sud e inoltre riprendere i contatti anche alla luce dei prossimi sviluppi nell’area di Tor di Valle.

Collettore fognario di Via del Fosso del Torrino

ACEA ATO2 ci ha informato che, dando seguito all’ordinanza del Sindaco dell’8 febbraio 2012, ha fatto predisporre un progetto per le opere necessarie al ripristino della funzionalità della fognatura che si prevede possa entrare in funzione entro la prossima estate 2015.
Il progetto prevede che siano eliminati dal collettore gli allacci delle acque nere (al momento non tutti lo sono stati), che il collettore lavori esclusivamente in eccesso e che sia installato un impianto di sollevamento per superare l’attuale contropendenza, causa dei ristagni.
Resta da chiarire a chi risulti in carico il suddetto collettore, vista la pessima gestione, da parte del Consorzio Torrino Collinare, del suo passaggio al Comune. Secondo noi ogni onere dovrebbe ricadere su quest’ultimo, stando almeno alla documentazione a suo tempo mostrata dal Consorzio.
In ogni caso la questione andrà affrontata con la struttura tecnica del Comune che ci viene indicata nel Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica. Al riguardo interesseremo, per competenza, anche l’Assessore ai LL.PP. del Municipio.
Nel contesto, la delegazione del CdQ ha informato i due dirigenti della recente Assemblea del Consorzio Torrino Collinare nel corso della quale è stato nominato un nuovo liquidatore con l’incarico di chiudere nel più breve tempo possibile la procedura di liquidazione.

Interventi per la mitigazione olfattiva ed acustica

ACEA ATO2 ha poi descritto le azioni di ammodernamento ed affinamento posti in essere dall’azienda, anche per far fronte a parametri ambientali più restrittivi da rispettare, nonché gli investimenti sulla impiantistica per migliorare il servizio. Ha ricordato che l’impianto, il più grande di Roma e tra i più grandi d’Europa, con una potenzialità di 1.100.000 abitanti equivalenti, è suscettibile di marginali incrementi.
Per quanto attiene l’inquinamento olfattivo, ci sono stati indicati, per il relativo abbattimento, degli interventi nelle linee di gestione e movimentazione dei “fanghi”; per quello acustico la dotazione per gli aeratori di cuffie fonoassorbenti.
In particolare, sulle segnalazioni di rumorosità ACEA ATO2 ha concordato di ripetere la “Campagna” di raccolta dati sull’inquinamento acustico, già posta in essere alcuni anni fa.
La nostra delegazione ha quindi proposto ad ACEA ATO2 di aprire le porte dell’impianto a visite guidate di cittadini anche al fine di far conoscere in tutta trasparenza le modalità e criticità delle operazioni che vi si svolgono. Ne ha ricevuto la disponibilità condizionandola a un periodo in cui non ci siano cantieri in corso, disponibilità estesa ad una collaborazione con il CdQ per una migliore informativa e un costante monitoraggio, che sarà nostra cura seguire.
Al riguardo, la nostra delegazione ha confermato che continuerà la sua azione di vigilanza e che ogni eventuale nuova segnalazione su rumori e odori dovesse pervenire al CdQ sarà inviata al Responsabile del Depuratore, monitorato e valutato il risultato dell’intervento.

FacebookTwitterGoogle+Condividi