Skip to content

Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Nessun risarcimento è dovuto per il fallimento del Business Park!

Comunicato Stampa Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Nella rabbia per la possibile perdita di profitti milionari derivanti dalla progettata speculazione edilizia a Tor di Valle, i proponenti del Business Park minacciano ora la città di Roma di richieste di risarcimento milionarie.

Ricordiamo che la delibera 132 del 2014 approvata dalla Giunta Marino, che riconosce al proponente il cosiddetto “pubblico interesse”, al punto 9 della stessa, a pag. 12, riporta le testuali parole:

“Il mancato rispetto delle su esposte condizioni necessarie, anche solo di una, comporterà la decadenza ex tunc del pubblico interesse qui dichiarato e dei presupposti per il rilascio degli atti di assenso di Roma Capitale e della Regione Lazio, risoluzione della convenzione, con conseguente caducazione dei titoli e assensi che dovessero essere stati medio tempore rilasciati”.

—>>> leggi tutto

Comunicato Stampa Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Il programma elettorale ufficiale del Movimento5Stelle per le ultime elezioni comunali a Roma, firmato dal sindaco Virginia Raggi, a pag. 34 e 35 ospita il capitolo sull’Urbanistica, che si conclude con un elenco di tre priorità, la prima delle quali è la “Moratoria delle previsioni di nuove espansioni per verificarne le reali necessità e blocco delle edificazioni su aree a rischio idrogeologico e su quelle agricole”.
Nel corso della campagna elettorale, in pubbliche interviste il sindaco Raggi testualmente ha affermato: “Se vinciamo ritiriamo la delibera sulla pubblica utilità. Lo Stadio della Roma si farà da un’altra parte, a Tor di Valle c’è una speculazione edilizia e non ci sono le condizioni”.

—>>> leggi tutto

Lettera aperta ai romani e ai tifosi giallorossi

Il progetto conosciuto come “Stadio della Roma a Tor di Valle” è solo un pretesto per permettere la realizzazione di una nuova speculazione edilizia, la più devastante degli ultimi decenni: è’ importante quindi che si conoscano alcuni punti nevralgici di questo ennesimo sacco di Roma:

  LO STADIO NON E’ NEANCHE IL 20% DELLE COSTRUZIONI PREVISTE

Intorno allo stadio sorgerà un enorme “Business Park”: un  grande centro commerciale e numerosi palazzi per uffici con tre grattacieli di 220 ml. di altezza. Si tratta di un progetto faraonico di ben 354.000 metri quadrati, per un totale di un milione di metri cubi di cemento, equivalenti a 120 palazzi  di sei piani:  ALTRO CHE STADIO!

—>>> leggi tutto

Volantino del Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Virginia Raggi uno… e due

Business Park a Tor di Valle: come tradire i cittadini

e continuare a far governare Roma dai palazzinari

 

Il cosiddetto Stadio della Roma a Tor di Valle è una foglia di fico che speculatori e palazzinari utilizzano per mascherare l’ennesimo sacco di Roma: un altro milione di metri cubi di cemento nella città più massacrata d’Europa, un’operazione di speculazione edilizia in perfetto stile anni

60 con il palazzinaro che compra il terreno a prezzo di suolo agricolo, poi si fa riconoscere dall’Amministrazione il permesso a costruire e si garantisce profitti per centinaia di milioni di euro.

Noi del Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento, con altre importanti Associazioni, Comitati e alcune forze politiche di sinistra dal 2014 ci battiamo contro questo scempio, e anche grazie alla nostra opera di informazione due candidati a sindaco, Virginia Raggi e Stefano Fassina, hanno fatto del NO a questa speculazione un cardine del loro programma elettorale.

—>>> leggi tutto

Stadio della Roma a Tor di Valle: un esposto.

Il Comitato “Difendiamo Tor di Valle dal cemento” ci ha fatto pervenire copia di un esposto alla Procura della Repubblica per verificare in ordine al progetto di edificazione dello Stadio e del cd. Business Park “se, come parrebbe, all’interno della procedura e dei provvedimenti in essere si sia incorsi in illeciti e violazioni di norme amministrative e di legge, in danno della P.A. e dei cittadini di Roma, con lo scopo e in modo fraudolento, di assicurare enormi vantaggi economici”, documento che pubblichiamo sul nostro sito web come contributo alla discussione in atto su tale opera.
—>>> leggi tutto