Skip to content

Chiusura Consorzio Torrino Collinare - 3. page

Chiusura Consorzio Torrino Collinare

RACCOLTA FIRME CHIUSURA CONSORZIO TORRINO COLLINARE
Martedì 7 gennaio 2013 il CdQ sarà presente dalle ore 18 alle ore 20
presso A.S.D Roma 12 – via di Decima, 40/42
per raccogliere i fogli con le firme per chiedere l’assemblea straordinaria del consorzio Torrino Collinare
Aiutaci a raccogliere le firme nel tuo condominio e portaci il foglio
>>>> scarica e stampa il foglio di raccolta firme

 

Liquidazione del Consorzio Torrino Collinare (CTC) Come avrete letto sul sito e come riportiamo qui di seguito, nonostante le forti sollecitazioni del Collegio Sindacale, il liquidatore non intende dimettersi e si rende pertanto necessario richiedere – ai sensi dello statuto CTC – un’assemblea straordinaria che abbia all’odg la revoca e la sostituzione del liquidatore.
Poiché occorre, per tale richiesta, la firma di consorziati che rappresentino almeno il 20% della cubatura chiediamo la collaborazione di tutti gli interessati, precisando che già ci sono analoghe iniziative di Enti che coprono una percentuale molto elevata, ma non ancora sufficiente.

 

23/12/13 Riceviamo ancora dal collegio dei Sindaci l’ultima comunicazione al liquidatore. >>>> LEGGI

 

16/12/13 Riceviamo dal presidente del Collegio dei sindaci del Consorzio Torrino Collinare (e volentieri pubblichiamo) le ultime comunicazioni inviate al liquidatore (non pubblichiamo le sue risposte solo perché non ce le ha inviate). Si va verso una nuova assemblea dei Soci con l’intento di gettare le basi perché finalmente si metta una pietra tombale sul Consorzio Torrino Collinare. >>> LEGGI

 

12.11.13 CONSORZIO TORRINO COLLINARE: LETTERA DEL COLLEGIO DEI SINDACI
Con un messaggio di posta elettronica certificata del Presidente del collegio dei sindaci, riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera che i sindaci del Consorzio Torrino Collinare scrivono al liquidatore e il verbale dell’ultima riunione del collegio >>>> leggi il messaggio

 

COMUNICATO 08/11/13:
IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SUI RECENTI SVILUPPI DELLA VICENDA ‘CONSORZIO TORRINO COLLINARE’

 

FINANZA CREATIVA NEI CONTI DEL CONSORZIO TORRINO COLLINARE 08/11/13
Le prime verifiche contabili sulla gestione del liquidatore del Consorzio Torrino Collinare fanno emergere un quadro a dir poco sconcertante.
Apprendiamo, infatti, che il primo luglio 2011, é stato redatto un ‘verbale di accordo’ tra il liquidatore (ing. Crespi) e l’allora presidente del collegio dei sindaci (rag. Bresciani) nel quale il Consorzio riconosce al rag. Bresciani (che già riceveva l’onorario stabilito per la sua carica) un rimborso spese pari a 500 euro mensili (peraltro retroattivo e cioè dal primo gennaio 2011) così suddiviso:
– 100 euro/mese per rimborso spese di trasporto (….non sapevamo costasse 1200 euro l’abbonamento annuale al trasporto pubblico romano);
– 150 euro/mese per rimborso spesa consumo postazioni computer (1800 euro l’anno ???);
– 100 euro/mese per spese telefoniche e collegamento internet (1200 euro l’anno ???);
– ….dulcis in fundo 150 euro/mese (1800 euro l’anno; ????) per spese di cancelleria.
Oltre all’inevitabile immagine del gatto e la volpe (con i consorziati nella parte del povero Pinocchio) che ci viene subito alla mente pensando ai due firmatari del ‘verbale di accordo’, sorgono spontanee due domande: c’é forse qualcuno che deve restituire i soldi ai consorziati ? Non é giunto il tempo che il liquidatore, anziché minacciare ingiunzioni di pagamento, rassegni le dimissioni ? A breve per le prossime puntate.

 

12/10/13 MENTRE IL NEO ELETTO COLLEGIO DEI SINDACI CERCA DI FARE CHIAREZZA NEI CONTI DEL CONSORZIO TORRINO COLLINARE, IL LIQUIDATORE FA PARTIRE, COME SE NULLA FOSSE, LE RICHIESTE DI PAGAMENTO
Giovedì 3 ottobre l’Ufficio di Presidenza del Comitato di Quartiere ha avuto un incontro, presso la sede del Consorzio Torrino Collinare, con il neo eletto Collegio dei Sindaci, che ringraziamo per l’occasione offerta.
Avevamo  infatti sollecitato i componenti dello stesso a fornirci alcune indicazioni atte a chiarire se l’assemblea straordinaria prevista per fine settembre, prima decade di ottobre, deliberata all’unanimità nell’assemblea del luglio scorso, si sarebbe tenuta, sia pure in ritardo, o se fosse stata prevista altra soluzione. Leggi il comunicato del CdQ

 

08/08/13 RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA LETTERA DEL LIQUIDATORE DEL CONSORZIO TORRINO COLLINARE >>>> >>> LEGGI
Si precisa che la lettera del liquidatore verra’ inviata ai consorziati a partire dai primi di settembre. Questa lettera fa seguito all’assemblea che si e’ tenuta a luglio e nella quale – per il determinante intervento del CdQ – si e’ decisa la convocazione per fine settembre/inizio ottobre di un’assemblea straordinaria che ratifichi le modifiche statutarie atte a consentire tra l’altro il recesso del singolo consorziato (saldando il dovuto) e ad accelerare la chiusura del Consorzio stesso. E’ del tutto evidente quindi che i pagamenti dovuti per i bilanci approvati a luglio, avra’ senso pagarli in un quadro statutario del Consorzio sostanzialmente modificato

 

ASSEMBLEA CONSORZIO 9 LUGLIO 20013. NUOVO COLLEGIO SINDACALE, BILANCI APPROVATI, RICONVOCAZIONE ASSEMBLEA STRAORDINARIA.
11/07/13 Si è tenuta, ieri nove luglio  2013 – alle ore 16, presso l’Hotel dei Congressi all’Eur – l’assemblea ordinaria dei soci del Consorzio Torrino Collinare. Come illustrato nel nostro comunicato del 4 luglio, la riunione di ieri era stata convocata del tutto strumentalmente dal Consorzio stesso, per tale data, all’evidente fine di non consentire il raggiungimento del quorum per la contestuale tenuta dell’assemblea straordinaria.  Assemblea che avrebbe dovuto deliberare sulle modifiche statutarie da noi richieste e convenute con gli enti previdenziali, titolari di consistente patrimonio immobiliare.  Fallita quindi, come prevedibile, l’assemblea straordinaria, i lavori hanno interessato solo i punti all’odg dell’ordinaria che riguardavano, nell’ordine: l’approvazione dei bilanci, consuntivi o preventivi dal 2007 ad oggi e la nomina dei componenti del Collegio sindacale. >>>> leggi tutto il comunicato

 

ASSEMBLEA DEL 9 LUGLIO 2013 DEL CONSORZIO TORRINO COLLINARE: LA LINEA D’AZIONE DEL CDQ TORRINO DECIMA
05/07/13 Facciamo seguito al comunicato 30 giugno per informare che il 3 luglio si è tenuto l’incontro, promosso dal Comitato di Quartiere, che ha visto, per la prima volta, riuniti attorno ad un tavolo rappresentanti di tutti gli enti previdenziali (Enasarco, Enpam, Enpaia, Fondo M. Negri, INPS ex INPDAP), l’ing. Crespi con il Rag. Bresciani del Consorzio Torrino Collinare (CTC) e cinque rappresentanti del Comitato di Quartiere Torrino Decima.
>>> leggi il comunicato

 

CONSORZIO TORRINO VERSO LA SOLUZIONE?
02/06/13 Si sta dischiudendo una concreta prospettiva di giungere ad una svolta nell’annosa questione del Consorzio Torrino Collinare, in liquidazione dal 2001, la cui unica residua attività è quella di continuare a chiedere soldi per mantenere la sua inutile vita.
Il Comitato di Quartiere, come si ricorderà, aveva avviato il faticoso tentativo di raccogliere le firme necessarie per richiedere un’Assemblea straordinaria che consentisse di introdurre fondamentali modifiche statutarie.
Ci si è dovuti fermare. Perché le 900 firme raccolte non raggiungevano il necessario 20% della cubatura complessiva. Ma anche a causa dell”incertezza sulla indispensabile partecipazione degli Enti previdenziali, senza la cui presenza non sarebbe stato comunque raggiunto il quorum del 51% necessario per adottare le relative delibere.
Con un cambio di strategia si è deciso di intervenire direttamente sugli Enti – attraverso i loro massimi organi amministrativi e di controllo – perché fossero loro, nel loro stesso interesse, ad avanzare al Consorzio tale richiesta.
Il tentativo sembra aver avuto successo.
 >>>> continua
01/07/13 Preghiamo tutti gli interessati di aiutarci a diffondere il testo seguente, stampando e attaccando nei propri condomini o in quelli vicini la locandina del CdQ >>>> scarica la locandina
IL CONSORZIO CONVOCA IN FRETTA E FURIA L’ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEI CONSORZIATI IGNORANDONE LE RICHIESTE
In questi giorni stanno giungendo nelle nostre case le raccomandate inviate dal Consorzio Torrino Collinare che convocano per il 9 luglio l’assemblea ordinaria e (a seguire) quella straordinaria.
Per la prima l’ordine del giorno previsto è l’approvazione dei bilanci consuntivi (dal 2007 al 2011) e preventivi (2012 e 2013) oltre alla nomina dei membri del collegio dei sindaci; per la seconda l’ordine del giorno è cripticamente indicato in “Modifica Statuto. Deliberazioni relative.” Il maldestro tentativo del Consorzio è evidente…
>>> leggi tutto, stampa e diffondi

 

 

CONSORZIO TORRINO VERSO LA SOLUZIONE?
02/06/2013 Si sta dischiudendo una concreta prospettiva di giungere ad una svolta nell’annosa questione del Consorzio Torrino Collinare, in liquidazione dal 2001, la cui unica residua attività è quella di continuare a chiedere soldi per mantenere la sua inutile vita.
Il Comitato di Quartiere, come si ricorderà, aveva avviato il faticoso tentativo di raccogliere le firme necessarie per richiedere un’Assemblea straordinaria che consentisse di introdurre fondamentali modifiche statutarie.
Ci si è dovuti fermare. Perché le 900 firme raccolte non raggiungevano il necessario 20% della cubatura complessiva. Ma anche a causa dell’’incertezza sulla indispensabile partecipazione degli Enti previdenziali, senza la cui presenza non sarebbe stato comunque raggiunto il quorum del 51% necessario per adottare le relative delibere.
Con un cambio di strategia si è deciso di intervenire direttamente sugli Enti – attraverso i loro massimi organi amministrativi e di controllo – perché fossero loro, nel loro stesso interesse, ad avanzare al Consorzio tale richiesta.
Il tentativo sembra aver avuto successo. Uno di essi, titolare di una consistente cubatura, ha già deciso –  scrivendo in tal senso al Consorzio e al CdQ –  di far propria la nostra richiesta: assemblea straordinaria con, all’odg, la riduzione del quorum per la validità delle Assemblee, le modalità di convocazione della stessa, la possibilità di recesso del consorziato.
Gli altri Enti sembrano orientati a percorrere la stessa strada. Se ciò avverrà, come si spera, si apre la strada per giungere in tempi ragionevoli alla chiusura della procedura di liquidazione e comunque alla possibilità per ogni consorziato, previo pagamento di quanto dovuto, di richiedere il recesso dal Consorzio e liberarsi quindi da ogni futuro assillo.
All’atto della convocazione, sarà comunque necessario disporre delle deleghe occorrenti a completare la cubatura richiesta del 51%, non coperta dai soli Enti. Ma questa volta la raccolta  si presenta molto più semplice di quella farraginosa prevista nel tentativo fatto in precedenza: sarà sufficiente la semplice firma in calce alla lettera di convocazione pervenuta al singolo consorziato..
Il Comitato ne organizzerà la raccolta con modalità che renderà note al momento.

 

LETTERE DEL CONSORZIO CON RICHIESTE DI PAGAMENTO
09/03/13 Il Consorzio Torrino Collinare continua ad inviare lettere chiedendo, in questo caso, pagamenti a fronte di un “preventivo 2013”. E’ il solito tentativo di reperire fondi di sopravvivenza messo in atto senza l’onere di dare conto dei bilanci.
In  assenza della relativa approvazione (ma anche, e preventivamente, di un’assemblea straordinaria che modifichi alcune norme dello statuto) non c’è alcuna legittimazione nella richiesta e pertanto consigliamo di non effettuare alcun pagamento.
Ove possibile si suggerisce anche di rispondere al Consorzio in tal senso.
>>> Statuto del Consorzio Torrino Collinare 
>>> Lettera del Consorzio sul collettore di Tor di Valle
>>> Lettera con richiesta di pagamento per preventivo 2013

 

RACCOLTA FIRME PER LA MODIFICA DELLO STATUTO DEL CONSORZIO TORRINO COLLINARE
> DELEGA modifica Statuto assemblea
> DELEGA modifica Statuto diritto recesso
> Raccolta firme

 

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..
>>> Statuto del Consorzio Torrino Collinare 
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..
Comunicato del 30 gennaio 2013.
Nel corso del mese di dicembre i proprietari degli appartamenti dei quattro stabili già del Fondo di Previdenza per il Personale della Banca di Roma hanno ricevuto una raccomandata, con la quale veniva loro comunicata l’avvenuta iscrizione al libro Soci del Consorzio (in liquidazione dal 2001) con contestuale richiesta di pagamento quote per quanto dovuto a partire dalla data del rogito notarile.
In risposta,  i neo condomini di due degli stabili hanno indirizzato al Consorzio una lettera con la quale affermano in premessa di aver preso atto, con rammarico,  che  per esplicito vincolo contrattuale sono divenuti soci del Consorzio stesso, che, come noto, non fornisce alcun servizio agli associati pur essendo essi tenuti al pagamento pro-quota delle spese della sua sopravvivenza.
Al tempo stesso nella lettera precisano che la richiesta di pagamento pervenuta, come si evince dagli allegati, non ha ad oggi alcuna base di legittimità, rappresentando una ripartizione di costi effettuata in base a bilanci non approvati (L’ultimo bilancio approvato, come si evince dalla documentazione prodotta dal CTC, è quello del 2006 !!!!).
Chiariscono che  le cifre richieste potranno essere regolarmente versate solo se e quando i bilanci relativi siano sottoposti all’approvazione di un’assemblea ordinaria. Ma non basta: nell’odg con cui verrà convocata dovrà figurare anche, inderogabilmente,  la proposta di indire una successiva assemblea straordinaria il cui compito è quello di decidere su modifiche statutarie specificamente destinate a facilitare e velocizzare la chiusura della procedura di liquidazione.
Infine, onde  evitare che ancora una volta – per la crescente parcellizzazione della proprietà, segnalata dallo stesso CTC – l’Assemblea in entrambe le sedi non raggiunga il quorum per la sua validità, si richiede il preciso impegno da parte del liquidatore, cui compete l’onere, ad attivarsi per garantire la presenza degli Enti e dei proprietari di consistenti cubature, sin qui inspiegabilmente assenti.
Una tale presa di posizione può costituire un precedente valido per tutti quei consorziati che si vedono recapitare richieste di pagamento che, come sopra specificato, non hanno titolo di legittimità e che hanno, allo stato, l’unico scopo di racimolare un sufficiente flusso di cassa senza che si pervenga ad alcuna azione di sana e finalizzata gestione.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..
21/07/12 Il CdQ riceve e volentieri pubblica questa lettera inviata da alcuni consorziati al liquidatore e al Presidente del collegio dei sindaci, a seguito delle recenti e insistenti richieste di pagamenti di quote mai deliberate. Condividendone pienamente i contenuti, invita tutti i consorziati a sottoscriverla e inviarla a loro volta 
>>>> leggi

 

Il Consorzio chiede soldi ai consorziati ma non potrebbe farlo fino a che le ripartizioni non siano certificate da un bilancio approvato in assemblea. 23/06/12
>>>> leggi il comunicato

 

Torrino: i residenti chiedono la chiusura del Consorzio Torrino Collinare. RomaToday 20/04/12
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..
06/10/11
Avvio della raccolta di firme per la convocazione di un’assemblea straordinaria del Consorzio Torrino Collinare
Durante la riunione del cdQ del 3 ottobre è stato riferito dell’incontro avuto con un legale qualificato in materia, per chiedere un parere in vista della nostra richiesta di assemblea straordinaria per la modifica di due punti dello statuto. Nel corso di tale incontro il legale ha fatto presente alcuni problemi relativi all’introduzione della possibilità di recesso del consorziato. Nulla osta invece per l’altro punto per cui si richiede la modifica dello statuto (modifica del quorum per le assemblee).
Dal momento il tema del diritto di recesso è controverso e altri pareri legali, riportati dai partecipanti all’incontro, hanno evidenziato invece come la formula dell’articolo dello statuto che prevede le modifiche è redatto in maniera da consentire qualsiasi tipo di variazione, si è deciso di favorire un confronto fra i legali, sostenitori delle due diverse tesi, al fine di giungere ad un’indicazione univoca e procedere quindi quanto prima alla raccolta di firme sia per l’assemblea straordinaria sia per le deleghe. È stato poi precisato che le somme sin qui richieste, e per le quali il Consorzio può esigere pagamenti, sono quelle relative ai bilanci approvati e che questi ultimi risultano tali fino all’anno 2008 e non 2006 come precedentemente indicato.
11/08/11
Alla luce della documentazione recapitata nel mese di luglio dal Consorzio Torrino Collinare ai consorziati proprietari di immobili a Torrino sud, è intenzione del Comitato di Quartiere Torrino Decima avviare a settembre una raccolta di firme per chiedere la convocazione di un’assemblea straordinaria, ai sensi dell’articolo 12 dello statuto del Consorzio, per discutere la modifica dello Statuto stesso con riferimento ai due temi già presenti nella lettera del CdQ indirizzata al liquidatore.
Le due modifiche dello Statuto sono:
a) la modifica dell’articolo 14 per quanto riguarda la valida costituzione dell’assemblea sia ordinaria sia straordinaria;
b) l’inserimento di un articolo che preveda esplicitamente il diritto di recesso del consorziato.
Ovviamente queste due modifiche sono funzionali ad un unico obiettivo: lo scioglimento definitivo del Consorzio, una struttura ormai senza senso.
A settembre partiremo con la raccolta di firme e di deleghe e lo faremo annunciandolo mediante il nostro sito (http://www.cdqtd.it/) e l’affissione di un po’ di locandine.
Nel frattempo suggeriamo di sospendere il pagamento delle quote richieste anche perché richieste a fronte di bilanci non approvati da alcuna assemblea.
Uniti per chiudere il Consorzio Torrino Collinare
Una situazione paradossale
Sono ormai dieci anni che il Consorzio Torrino Collinare è in liquidazione, ma più di 2000 consorziati (ai quali se ne aggiungeranno altri man mano che si perfezioneranno e andranno avanti le vendite delle abitazioni degli Enti previdenziali e dell’Enasarco) continuano a pagarne le quote.
Perché ?
Perché le assemblee del Consorzio non raggiungono mai il numero legale necessario a deliberare gli atti necessari per giungere alla liquidazione del Consorzio stesso.
Una struttura inutile
I consorziati sono stanchi di pagare le quote solo perché non si riesce a chiudere il Consorzio che ha onorato tutti gli impegni con l’Amministrazione comunale e ceduto tutte le aree ed i servizi. Stiamo mantenendo una struttura inutile!!
Evitiamo gli scenari peggiori
Il Consorzio mentre sopravvive non lascia la situazione così com’è: la peggiora. Le spese, seppur minime, si cumulano, i debiti cresconole entrate languono perché le assemblee non riescono a deliberare quanto necessario per garantirle e i creditori ad un certo punto potrebbero perdere la pazienza e a quel punto sarà troppo tardi.
È ora di dare una svolta
Il Comitato di Quartiere Torrino Decima è espressione di tutti i cittadini che vivono ed operano sul suo territorio ed i suoi scopi precipui sono la difesa degli interessi di tutti i cittadini rappresentati. Ecco perchè si è fatto interprete delle esigenze espresse nell’ultima assemblea da parte di un gruppo di consorziati e si propone di dare il proprio contributo perché si ottenga in tempi ragionevoli il risultato a cui tutti anelano: chiudere il Consorzio Torrino collinare !
La prossima assemblea deve deliberare
Perché ciò avvenga è necessario che sia garantito il numero legale per deliberare. Per questo chiediamo l’impegno e il sostegno di tutti i cittadini interessati perché la prossima assemblea del Consorzio possa deliberare ed approvare gli strumenti necessari per giungere finalmente alla liquidazione del Consorzio.
Basta una delega
Nelle prossime settimane chiederemo un gesto semplice ma estremamente importante: firmare una delega per garantire la riuscita della prossima assemblea. Palazzo per palazzo sarà data comunicazione delle modalità di raccolta di queste deleghe. Quando sarà il nostro turno non perdiamo l’occasione: rechiamoci a firmare la nostra delega nei punti di raccolta che di volta in volta saranno pubblicizzati !!

 

Roma, 27 settembre 2010
La Commissione per la chiusura del “Consorzio Torrino collinare” 
del Comitato di Quartiere Torrino Decima

 

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi