7 maggio 2020 – VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

0
37

Giovedì 7 maggio 2020, alle ore 19:00 si è tenuta in videoconferenza la riunione del Consiglio Direttivo del CdQ Torrino-Decima, per aggiornare i consiglieri sull’evoluzione delle varie problematiche aperte.

Presenti:Genesio Pino, Presidente

Patrizia Marzano, Vice Presidente Vicario

Davide Galasso, Consigliere

Adriano Piscitelli, Consigliere

Susanna Quaranta, Consigliere

Giuseppe D’Amato, Consigliere

Alfredo Di Domenica, Probiviro

Assenti:Bruno Mattioli, Vice Presidente

Fabio Granieri, Segretario

Domenico Lantieri, Consigliere

Stefania Capone, Probiviro

Agnese Principi, Probiviro

E’ inoltre collegato il cittadino Luca Costanza.

Alle ore 19.00 si apre la riunione.

Prende la parola G. Pino. Ci informa che ha ricevuto una e-mail dall’assessore alla mobilità del Municipio Alessandro Drago in relazione sia al progetto di pedonalizzazione e pista ciclabile in piazza Cina, sia alla mobilità tra via Cina e via Fosso del Torrino (Pino inoltra l’email agli altri consiglieri). Drago afferma che il progetto proposto dalla Commissione Mobilità del Municipio è stato condiviso coi rappresentanti del CdQ presenti in Commissione lo scorso 5 dicembre e da loro accolto. Questo non è vero, come risulta dal verbale stilato dai presenti in Commissione, consiglieri Davide Galasso e Giuseppe D’Amato. Il Consiglio chiede al Presidente di rispondere all’assessore Drago allegando anche copia di tale verbale.

Per quanto riguarda la pista ciclabile Drago scrive che il Comune nei primi giorni di maggio ha annunciato la realizzazione di 150 Km di pista ciclabile di cui oltre 20 Km nel nostro Municipio, una bella vittoria dovuta al fatto che questo Municipio ha presentato un progetto.

Pino fa presente che, al contrario di quanto affermato dall’assessore Drago, il CdQ non è stato mai coinvolto nelle scelte dei tratti di ciclabile che ricadono sul territorio che noi presidiamo. Il progetto partecipato presentato dal cittadino Luca Costanza e appoggiato dal CdQ, arrivato quarto nella distribuzione dei fondi, è stato rivisto in funzione del finanziamento proposto dal Municipio e proponeva una ciclabile da piazza Cina giù verso via Cina, piazza Hazon e la stazione di Tor di Valle. L’idea di realizzare la ciclabile in via Cina era dovuta alla necessità di diminuire su quel tratto di strada la velocità con cui le macchine percorrono la discesa, velocità che ha portato diverse volte ad incidenti anche gravi all’altezza dell’attraversamento pedonale davanti al centro sportivo Virgin-Zero 9. Tale idea è stata totalmente ignorata dal Municipio e la ciclabile che si sta realizzando parte sì da piazza Cina ma percorre via Grande Muraglia per poi continuare in Via Fiume Bianco.

Come consuetudine, la prima mezz’ora delle riunioni viene dedicata agli interventi dei cittadini. Prende quindi la parola Luca Costanza, autore insieme ad altri, del progetto partecipativo che riguardava la ciclabile di attraversamento di pizza Cina, e ora portavoce del progetto, appoggiato dal CdQ, di riqualificazione della piazza stessa. L. Costanza ricorda che i quasi 80.000 euro riservati al progetto debbono essere utilizzati entro il 2020 ed è quindi necessario sollecitare un incontro con la Commissione Urbanistica, Commissione Mobilità e Commissione Tecnica capeggiata dall’assessore al bilancio Roberto De Novellis,  per presentare la nostra proposta di riqualificazione della piazza, anche in considerazione del fatto che da metà maggio dovrebbero essere posizionate su una parte della piazza le 14 bancarelle sfrattate da viale America, considerando inoltre che in virtù del progetto occorrerà cambiare la mobilità sulla piazza, la qual cosa richiederà un iter burocratico molto più lungo.

Riprende la parola G. Pino per informarci che la dott.ssa Canale, Presidente del Coordinamento CdQ Municipio 9, sollecita una nostra risposta in merito all’eventuale realizzazione anche nel nostro quartiere dell’iniziativa di Cinema all’aperto. Dovremmo proporre un film. Come location si ipotizza piazza Cina con tipologia drive in, vista la necessità di rispettare il distanziamento fisico dovuto all’emergenza covid-19.

Piscitelli fa presente che per qualsiasi manifestazioni devono essere richiesti permessi pertanto chiede di verificare chi si deve far carico dell’iniziativa e di tutti i permessi necessari (occupazione del suolo pubblico, copertura assicurativa e tutto l’iter burocratico da seguire, ecc.). G. Pino specifica che essendo una iniziativa del Municipio suppone che lo stesso si assumerà tali oneri.

Galasso ricorda i vari incontri con le istituzioni per arrivare alla realizzazione di una riqualificazione di piazza Cina. L’ultima stesura del progetto prevede la pedonalizzazione della parte lato negozi mentre le bancarelle verrebbero posizionate sul lato dov’è collocato il cosiddetto Tetano. Poiché è idea comune che la presenza di bancarelle di generici articoli di abbigliamento deteriora la bellezza della piazza chiede che venga capita bene l’entità del danno per poi eventualmente organizzare una battaglia con la partecipazione dei cittadini.

Di Domenica esprime il suo disappunto sul tono tenuto dall’assessore Drago nell’e-mail citata da G. Pino e invita ad allegare alla lettera di risposta anche il verbale stilato da D. Galasso e G. D’Amato relativo alla riunione in Commissione Mobilità.

Quaranta invita G. Pino a parlare dell’iniziativa Spesa facile e ora Spesa sospesa, realizzata dal Coordinamento Sociale 9 Municipio di cui lui fa parte, avviata dall’inizio del periodo di quarantena da Covid-19.

Pino ci informa che fanno parte del Coordinamento ragazzi dell’associazione Libera, ragazzi del centro sociale Auro e Marco, studenti di alcuni licei di Spinaceto oltre ad altri cittadini. All’iniziativa Spesa facile hanno aderito anche altre associazioni quali la Croce Rossa, la Comunità di Sant’Egidio, la Caritas. L’idea è stata quella di farsi carico di portare a domicilio la spesa a coloro che in quarantena non potevano uscire oppure non ce la facevano a stare tanto tempo in fila davanti ai supermercati. Un call center raccoglieva la lista della spesa, un altro gruppo andava ad acquistare e altri preparavano i pacchi e li consegnavano. In questa seconda fase dell’emergenza c’è meno necessità di questo servizio ma si è riscontrato che alcune famiglie stanno cadendo in povertà ed hanno difficoltà a comprare anche solo i generi alimentare di prima necessità. L’idea è quindi quella di acquistare per loro e consegnare nelle loro case. G. Pino chiede al Consiglio di contribuire con un 10% della cifra in cassa al CdQ (ricavata dalle iscrizioni e donazioni dei soci).

Quaranta chiede se si può determinare il costo di un pacco. Inoltre per chi volesse contribuire in denaro c’è un conto corrente sul quale versare?

Pino dice che sono state individuate una decina di famiglie a rischio povertà, per un totale di 28 persone. Si può stilare una lista di prodotti da inserire nel pacco. I pacchi dovrebbero essere consegnati una volta a settimana. L’alternativa al versamento di denaro, per il momento non realizzabile, è quella di raccogliere i generi alimentari donati dai cittadini seguendo i suggerimenti della lista. In questo si possono organizzare i vari soci, magari coinvolgendo le famiglie del loro condominio. Tutto il materiale verrà raccolto dai volontari del Coordinamento Sociale 9 Municipio che formeranno i vari pacchi e poi consegneranno.

Quaranta informa che verrà coinvolto in questa operazione anche il Gruppo di Acquisto Solidale Torrino Decima di cui alcuni consiglieri fanno parte.

Vista l’ora (21:00) si decide di aggiornare il Consiglio a lunedì prossimo 11 maggio, ore 19:00, sempre in videoconferenza.

Il giorno seguente, 8 maggio, il cittadino Diego Casertano che non ha potuto partecipare alla videoconferenza ma che insieme a Luca Costanza sta seguendo la realizzazione del progetto su piazza Cina, con un messaggio sollecita il C.D. a trovare strategie per fare pressione sul Municipio per conoscere in linea di massima i tempi dello svolgimento dell’iter burocratico per la realizzazione dell’opera.

Verbalizzante                                                              Il Presidente

Patrizia Marzano                                                         Pino Genesio

2020_05_07-Verbale Consiglio Direttivo